Sana, la 25enne pakistana uccisa dal padre e dal fratello

(Agenzia Vista) Brescia, 21 aprile 2018 Uccisa perchè voleva voleva sposare un italiano. Uccisa dal padre e dal fratello. Sgozzata. Sana Cheema, 25 anni, pachistana, viveva da sempre a Brescia, dove si era bene inserita: dopo gli studi, i primi contatti con il mondo del lavoro a Milano _ Courtesy Giuseppe Sciortino Fonte: Agenzia Vista / Alexander Jakhnagiev