Gianni Minà, 80 anni di interviste: "Eravamo io, Alì, De Niro, Sergio Leone e Gabbo Marquez. E poi Mina, Fidel, Troisi, Maradona e Trump"

Gianni Minà compie 80 anni e ci accoglie nella sua casa romana: un'intervista sui suoi mille incontri e coi consigli ai giovani giornalisti: "Non esiste l'intervista impossibile: con castro ci sono riuscito dopo sei anni di tentativi. Il rapporto speciale con Mina, quella cena da Checco er Carrettiere con Alì, De Niro e Leone nella quale si imbucò Gabriel Garcia Marquez. I Beatles? Simpatici, a Roma rimorchiarono. Lennon, però, stava per conto suo. L'amicizia speciale? Con Pietro Mennea: per me rifece l'arrivo dei 200 del record del mondo nel 1979. Pensavano fosse solo un prodigio di atleta, prese quattro lauree. L'emozione di De Andrè al cospetto di Corso. Il rimpianto? Mandela: ho perso l'appuntamento e niente intervista. Ora vorrei intervistare Trump e chiedergli perché fa certe s..." Intervista di Alvaro Moretti, video Paolo Rizzo/Ag.Toiati