"Gli occidentali si preparino a un'onda di Sharia ed Islam": il documentario choc dal quartiere islamico di Bruxelles

Ecco la trascrizione, punto per punto, del video-documenario: 00.00 VOCE IN SOTTOFONDO Il manifesto dice tutto: «Benvenuti in Belgistan». I musulmani sono ancora una minoranza in Belgio, ma a Bruxelles, la capitale, sono già la comunità religiosa più numerosa. Gli islamici rappresentano un quarto dei residenti e ci si aspetta che in meno di venti anni diventino la maggioranza assoluta. Il più acceso tra i gruppi musulmani del Paese è “La Sharia per il Belgio” (Sharia4Belgium) che recentemente ha usato urla e minacce per fermare in tv un dibattito con gli islamici moderati. Ci siamo seduti e abbiamo parlato con il leader della “Sharia per il Belgio”, Fouad Belkacem, alias Abu Imran. 00.35 INIZIA A PARLARE L’INVIATO DELLA CBN “Sharia per il Belgio” è un piccolo gruppo salafita che la gente non prende seriamente. Ma il ledaer ci è sembrato molto serio quando ci ha detto di aspettarsi che i musulmani avranno il potere in Belgio e comanderanno il mondo. 00.47 FOUAD BELKACEM DICHIARA IN PRIMO PIANO «Noi crediamo che la Sharia avrà il dominio e verrà adottata in tutto il mondo». 00.51 TORNA LA VOCE FUORI CAMPO DEL GIORNALISTA “Sharia per il Belgio” sta diventando un incubo per i quei gruppi musulmani che tentano di minimizzare i tentativi di radicalizzazione e di adozione della Sharia. Abu Imran è stato del esplicito con la Cbn News affermando che l’Islam e la Sharia sono non separabili e che la democrazia è sbagliata. 1.08 PARLA ABU IMRAN (CON OCCHIALINI DI METALLO) «Dobbiamo essre chiari. Non c’è alcuna differenza tra l’Islam e la Sharia. E’ solo una questione di nome. La democrazia è l’opposto della Sharia e dell’Islam. Noi crediamo che il legislatore è Allah. Allah fa leggi ed è lui che ci dice cosa è permesso e cosa è proibito». 1.26 DOMANDA DELL’INTERVISTATORE: “COME FANNO ALCUNI MUSULMANI A RITENERSI DEMOCRATICI SE QUESTO É QUELLO CHE PENSATE DELLA SHARIA? NON SONO VERI MUSULMANI?”. 1.34 ABU IMRAN: «E’ veramente bizzarro sentire qualcuno che dice: “Ho parlato con un musulmano democratico”. E’ come dire di aver parlato con un cristiano ebreo o con un ebreo musulmano. Come puoi incontrare un ebreo musulmano o un musulmano ebreo? Un musulmano che dice di essere contro la Sharia non è musulmano. Questa non è una cosa possibile». 1.54 RIPRENDE VOCE FUORI CAMPO Come in molti Paesi in Europa, è in corso in Belgio una guerra culturale contro l’Islam. Il mese scorso la moschea di Charleroi è stata dissacrata con il disegno di una testa di maiale su uno dei muri perimetrali. Successivamente la figlia del leader del partito belga di estrema destra, Ann Sophie de Winter, si è messa in posa per un poster pubblicitario con un burqua sul viso, un bikini e queste parole: «Libertà o Islam?». Qualcuno ha ricoperto i manifesti coprendo il corpo della Winter con un burqua intero, ha cancellato la parola libertà e la de Winter ha ricevuto minacce di morte. Imran ha definito il padre di Ann Sophie, Philippe de Winter, un peccatore per aver permesso alla figlia di posare con un bikini. 2.29 ABU IMRAN RIPRENDE A PARLARE «Questa (riferito al Belgio) è una comunita sporca e pervertita. 2.33 VOCE FUORI CAMPO L’Islam in Belgio sta mostrando i muscoli. Ragazze in bikini sono state assalite. Simboli cristiani ed ebraici sono stati colpiti da atti vandalici e nei quartieri a prevalenza musulmana è stata già instaurata la Sharia. 2.46 PARLA SAM VAN ROOY, SCRITTORE «Le grandi città europee sono il luogo in cui possiamo vedere già ora cosa accadrà quando i musulmani saranno la maggioranza. E’ nelle grandi città che lo stiamo vedendo: Bruxelles, anche Amsterdam, Rotterdam, Anthworp». 2.59 FUORI CAMPO Sam Van Rooy ha recentemente pubblicato un libro in olandese che si intitola “Islam, saggi critici su una religione politica”. 3.07 VAN ROOY «L’Islam è una ideologia fascista e non una religione come il cristianesimo o l’ebraismo. Il pericolo è che include un aspetto religioso. Non è come il Comunismo e il Nazismo, che erano solo ideologia. L’Islam contiene entrambi gli aspetti. 3.26 ABU IMRAN RIPRESO MENTRE ARRINGA LA FOLLA Abu Imran non vede l’ora di rimpiazzare le leggi del Belgio con la Sharia, icluse le amputazioni per i ladri, la lapidazione delle donne per adulterio e la condanna a morte per gli omosessuali. 3.36 PARLA ABU IMRAN «Qui quando qualcuno parla della Sharia, immediatamente inizia questa storia delle amputazioni, della lapidazione e delle esecuzioni. Ma questè è - che so? - un millesimo della Sharia. Lei lo sa che in oltre mille e trecento anni di stati islamici, con la Sharia in vigore, ci sono state, forse, sessanta mani amputate. Quindi: in oltre mille e trecento anni, sessanta mani. È veramente un numero per il quale uno possa dire, oh, c’è veramente da avere paura? Tra l’altro, se non sei un criminale, perché mai devi avere paura della Sharia?». 4.11 VOCE FUORI CAMPO Ma una prova di forza sulla Sharia si profila realmente in Belgio perché l’altissimo tasso di natalità tra i musulmani che vivono nel Paese sta cambiando lo scenario politico. Da quattro anni Mohammed è il nome più comune per i bambini che nascono a Bruxelles. 4.22 RIPARLA ABU IMRAN Domanda dell’intervistatore: «Lei pensa che sia solo una questione di tempo rpima che i musulmani abbiano la maggiornza?». Risposta: «Naturalmente. Ne sono convinti anche loro (i belgi). Dicono che entro il 2030, o qualcosa del genere, qui in Belgio ci sarà una maggioranza musulmana. Nella città di Anthworp già ora più del 40 per cento dei bambini nelle scuole sono musulmani. Quindi è solo una questione di tempo. Non c’è problema. Non avremo alcun problema». 4.49 VOCE FUORI CAMPO Abu Imran offre un consiglio ai belgi. 4.53 ABU IMRAN «Se vogliono fermarci e ricacciarci indietro - non so - potrebbero iniziare ad avere quattro mogli e avere un sacco di bambini. Se fanno una cosa del genere, forse avrebbero una possibilità. Ma non credo che accadrà». 5.05 TORNA A PARLARE LO SCRITTORE SAM VAN ROOY Anche Van Rooy, dice la voce fuori campo, vede un futuro musulmano. «Non penso che la cosa si fermerà. Sono molto pessimista. Penso che sempre più belgi lasceranno Bruxelles e il Paese. Quindi la nostra diventerà una vera capitale musulmana». 5.25 AMU IMRAN «La vittoria di Allah è molto vicina. Quindi penso che gli occidentali si debbano preparare a un’onda di Sharia e di Islam».
DIVENTA FAN DEL MESSAGGERO