Napoli: in due rapinano, il complice dirige il traffico

Lo hanno inseguito, minacciato con una pistola, picchiato: il tutto per rapinargli tremila euro. Vittima, a Napoli, in via Petrarca, un consulente finanziario: i carabinieri del Nucleo investigativo di Napoli hanno arrestato due dei quattro aggressori. Secondo quanto ricostruito dai militari, il consulente aveva prelevato i soldi dall'ufficio postale di piazza Matteotti per impiegarli in transazioni di lavoro. È stato inseguito da uno degli aggressori a bordo di una vespa fino al punto in cui c'erano i complici, una curva stretta lungo la strada che il consulente avrebbe dovuto seguire per tornare a casa. L'uomo è stato costretto a fermarsi con un colpo di pistola a salve, ed è stato subito aggredito: spintoni, strattoni, botte, durante i quali, dopo essere stato scaraventato a terra, è stato rapinato. E mentre due dei malviventi mettevano in atto la rapina, c'era chi nella banda faceva scorrere il traffico intimidendo chi, curioso o preoccupato, rallentava. I carabinieri sono arrivati pochi istanti dopo il fatto e si sono messi sulle tracce dei malviventi trovandoli a casa di uno di loro, dove si erano appena spartiti il bottino. Arrestati per rapina Carmine Torino, un 36enne del rione Sanità e Vincenzo Viglione, un 51enne di Marano di Napoli. Proseguono le indagini per identificare i loro complici e verificare se il gruppo abbia messo a segno altri «colpi» con modalità simili.